L’ESCATOLOGIA INTERMEDIA: IL PURGATORIO DI DANTE

Domenica 8 Novembre 2020 – ore 16:00 Auditorium Aldo Moro Viale Santuario,15 - Saronno

Il tema affrontato è duplice: in primis, quello che riguarda la seconda cantica della Comedìa avente per realtà quella dello ‘status animarum’ intermedio tra la fine del tempo della vita personale e la fine dei tempi concessi all’umanità il tutto trattato da Dante nel rispetto dei Novissimi (Morte, Giudizio, Inferno Paradiso); in secundis, il tema si presta per conoscere il purgatorio personale di Dante nel Purgatorio, o meglio, nel viaggio di attraversamento e conoscenza degli status delle anime poste nella purificazione.

La questione, teologicamente ancora aperta dopo secoli di discussioni e di prese di posizione diverse o divergenti, tiene in debita considerazione l’esperienza ‘carismatica’ di Dante, secondo la propria testimonianza; sostenuta, questa, più che dagli storici della cultura e sdai teologi stessi, dalle testimonianze di mistici e di santi, come vengono a noi dai secoli più diversi. A noi interessa come Dante ne parla con la sua poesia durante il suo ‘altro viaggio’.

RELATORE: Prof. Vittorio Cozzoli, poeta e commentatore di Dante. Laurea all’Università Cattolica di Milano. Vive a Cremona. Nel 1999 ha lasciato l’insegnamento per dedicarsi pienamente al proprio lavoro di scrittura. Ha pubblicato diversi libri di Poesia ed è presente in varie antologie. Tra i suoi lavori danteschi: Il Dante anagogico – Dalla fenomenologia mistica alla poesia anagogica (1993); Il viaggio anagogico – Dante tra viaggio sciamanico e viaggio carismatico (1997); Ubi amor ibi oculus – La profezia della poesia - Gli occhi di Beatrice (2005); La guida delle guide. Dante secondo Dante (2007); Omaggio a Vincenzo Placella per i suoi settant’anni (2004, 2005, 2011); Il fondamento della polisemia dantesca (2002-2009). Ha partecipato, sia per la poesia che per il lavoro dantesco, a trasmissioni Rai. Sue poesie sono state tradotte all’estero.

Documentazione
Locandina evento