Il Francesco di Dante a cura di Vittorio Cozzoli

Il ritratto dell'immagine della santità

Il Francesco di Dante a cura di Vittorio Cozzoli poeta e dantista

Il ritratto dell'immagine della santità

Domenica 3 marzo 2019 – ore 16:00

Salone Parrocchiale Piazza Libertà, 2 (ZTL) - Saronno

Ingresso libero fino ad esaurimento posti (È gradito un libero contributo per sostenere l’iniziativa)

Si sottolinea il Francesco di Dante come il Francesco che come Dante compie una missione nei confronti non solo della cristianità, ma di tutta l'umanità (deviata e decaduta). Perciò la sua trattazione riguarda il 'come' è stata vissuta concretamente dal Santo e dal Poeta: vocazione, equivoci iniziali, l'essere provati, le diverse modalità del compimento verso lo stesso fine. Da qui il comprendere Francesco attraverso Dante e Dante attraverso Francesco. Perciò non basta leggere, al modo scolastico, il canto XI del Paradiso, ma occorre farlo precedere e seguire da altri passi della Commedia (vedi i versi del canto IX, vv.127-142). Questo serve a dire che sia Francesco sia Dante furono, a modo loro, due strumenti della Provvidenza.

In collaborazione con parrocchia San Pietro e Paolo e Zanoni lifts

Con il patrocinio della Provincia di Varese e del Comune di Saronno

Per visualizzare il pieghevole dell'incontro dedicato a San Francesco come appare da Dante nella Divina Commedia clicca qui

RELATORE: Prof. Vittorio Cozzoli

Poeta e commentatore di Dante. Laurea all’Università Cattolica di Milano. Vive a Cremona. Nel 1999 ha lasciato l’insegnamento per dedicarsi pienamente al proprio lavoro di scrittura. Ha pubblicato diversi libri di Poesia ed è presente in varie antologie. Tra i suoi lavori danteschi: Il Dante anagogico – Dalla fenomenologia mistica alla poesia anagogica (1993); Il viaggio anagogico – Dante tra viaggio sciamanico e viaggio carismatico (1997); Ubi amor ibi oculus – La profezia della poesia - Gli occhi di Beatrice (2005); La guida delle guide. Dante secondo Dante (2007); Omaggio a Vincenzo Placella per i suoi settant’anni (2004, 2005, 2011); Il fondamento della polisemia dantesca (2002-2009). Ha partecipato, sia per la poesia che per il lavoro dantesco, a trasmissioni Rai. Sue poesie sono state tradotte all’estero.

Link Utili
Sempione News